logo La Gazza circolo culturale di Borno logo La Gazza circolo culturale di Borno sponsor allianzlloydadriatico - Agenzia di Breno
torna inizio

UNA CANZONE, UN RICORDO

di Roberto Gargioni

logo concorso 2020

È emotivamente complicato in questi giorni di pandemia, di preoccupazione e di attesa, trovare un tono adeguato per raccontare una delle manifestazioni estive a cui la nostra Associazione tiene maggiormente. Sto ovviamente scrivendo della 13a edizione del “Concorso Letterario – Racconta una storia breve” dal titolo “Una canzone, un ricordo”: un argomento molto personale che in questo periodo aiuta a dare spazio alla nostra creatività, alle nostre memorie ed ai nostri affetti per guardare al futuro con occhi nuovi pieni di speranza. Victor Hugo diceva: “L’avvenire è la porta, il passato ne è la chiave”. La musica è infatti un linguaggio universale con cui entriamo “in ascolto” fin da piccoli, addirittura ancor prima di venire alla luce. La comunicazione dalle sole sette note che dà origine ai generi più vari (dal pop al rock, dal blues al jazz, dal gospel alla classica e così via) accompagna da sempre le nostre vite e sottolinea momenti e ricordi che vengono custoditi in qualche angolo della nostra mente e nel nostro cuore. Lo testimoniano le tante ricerche che evidenziano come la musica abbia il potere di evocare immagini, pensieri ed emozioni, oltre a migliorare il nostro stato d’animo, come si propone la musicoterapia. L’obiettivo dichiarato di questa nuova edizione del Concorso Letterario 2020 è dunque quello di coinvolgere scrittrici e scrittori, giovani e meno giovani, a rievocare un brano musicale a cui si è particolarmente legati a cui associare una storia particolare della propria vita: un’avventura sentimentale in spiaggia ascoltando un tormentone estivo di Giusy Ferreri; un’escursione in montagna immersi nelle proprie riflessioni personali con in cuffia un brano di Franco Battiato; il racconto di un matrimonio da favola sulle note della marcia nuziale di Felix Mendelssohn; una movimentata cena di Natale in famiglia con in sottofondo la canzone più famosa di Mariah Carey; un lungo viaggio di lavoro in auto tra le colline toscane mentre si canta l’ultimo pezzo di Ed Sheeran; tante altre occasioni vissute o anche solo inventate come una festa scolastica, un concerto, in teatro, allo stadio o in tantissime situazioni che ci è capitato di vivere e di ricordare nel tempo all’ascolto di una canzone. Memorie che al momento ci paiono lontane e che, in attesa di poterle tutti rivivere, rappresentano un sicuro sperone di roccia attorno a cui stringersi.

Gigi Simeoni
Il grande fumettista Gigi “Sime” Simeoni in azione

La tredicesima edizione del “Concorso letterario” organizzata dall’Associazione Circolo Culturale “La Gazza” di Borno (BS) e da “Borno Incontra” intende dunque mettere in risalto la stretta connessione “canzone-ricordo” ed il logo del grande fumettista Gigi “Sime” Simeoni anche quest’anno la rappresenta al meglio con il suo tratto sempre originale.
Confidiamo così che possano giungere tantissimi elaborati che sappiano regalare racconti dove musica e parole si rincorrono tra loro perché, come ha detto bene un Anonimo, “se hai nascosto un ricordo, le canzoni lo trovano”.

La manifestazione si avvale anche quest’anno dei Patrocini della Regione Lombardia e della Provincia di Brescia, della collaborazione con il “Sistema Bibliotecario - Comunità Montana di Valle Camonica” e del Comune di Borno accanto ad alcuni operatori locali quali Assicurazioni “Allianz Ortensi Dessi Fiorini” – Agenzia di Breno, Immobiliare Borno, Cartoleria “Coccinella”, Floragricola “Il Mulino” e il Ristorante-Pizzeria “PizzCamì” oltre al ruolo importante della Giuria per l’impegno e per la qualità del lavoro che svolge: a tutti un sentito ringraziamento.

L’iscrizione al Concorso Letterario è libera e gratuita ed ogni partecipante può inviare un solo elaborato, inedito ed in italiano, mai pubblicato sia in forma cartacea che online (web e social).
Per la “Categoria Adulti”, la “Categoria Giovani Under 18”, la “Categoria Premio Speciale della Giuria” e per l’eventuale “Menzione Speciale della Giuria” ciascun testo deve avere una lunghezza massima di 100 righe scritte su PC in formato Word (.doc oppure .docx), NO PDF, battuto con carattere Arial 12, margini normali di cm 2 per lato, interlinea 1, da inviarsi via email all’indirizzo concorsoletterario@lagazza.it corredato dal presente modulo d’iscrizione debitamente compilato.
È possibile inviare un testo con un titolo diverso purchè il contenuto sia strettamente inerente al tema proposto.
Il testo del racconto e il modulo devono essere inviati congiuntamente via e-mail entro e non oltre sabato 4 luglio 2020.
Non saranno accettati racconti e moduli d’iscrizione in formato diverso da quanto indicato nel presente regolamento.
Coloro che invieranno correttamente il tutto riceveranno in seguito una e-mail di conferma dalla Segreteria Organizzativa.
Gli aderenti che falsificano le proprie generalità in sede di iscrizione o inviano racconti o testi già precedentemente pubblicati su carta oppure online (web e social) saranno ufficialmente squalificati per comportamento ingannevole e lesivo dell’immagine del Concorso Letterario.

La Giuria incaricata designerà, con giudizio insindacabile, gli elaborati ritenuti più meritevoli a cui assegnerà i seguenti premi:
- Primo Premio Categoria Adulti: 300,00 Euro + Targa Vincitore/Vincitrice + Attestato + Vitto e Alloggio per due persone per la Premiazione
- Primo Premio Categoria Ragazzi Under 18: un anno di abbonamento a “SPOTIFY” (Premium Student) + Targa Vincitore/Vincitrice + Attestato + Vitto e Alloggio per due persone per la Premiazione
- Premio Speciale della Giuria: 150,00 Euro + Targa Vincitore/Vincitrice + Attestato + Vitto e Alloggio per due persone per la Premiazione
- Menzione Speciale della Giuria: Attestato
- Primo Premio Speciale “Istituto Bonafini Lab” (rivolto agli studenti delle classi dell’Istituto): Buono di 100,00 Euro + Targa Vincitore/Vincitrice + Attestato
A questo riguardo la nostra Associazione rivolge un grande applauso alle insegnanti e agli insegnanti dell’Istituto Bonafini che con i loro studenti partecipano anche quest’anno al Concorso nel contesto della nuova didattica online introdotta per necessità, mostrando una vitalità non comune nel desiderio di avvicinare i giovani alla scrittura.

Tornando al bando, entro lunedì 3 agosto i vincitori verranno avvisati telefonicamente o via e-mail dalla Segreteria Organizzativa per partecipare alla premiazione.
Gli elaborati inviati resteranno a disposizione dell’Associazione Circolo Culturale “La Gazza” per le finalità del Concorso.
I racconti vincitori saranno pubblicati sul trimestrale cartaceo “La Gazza” e nell’apposita sezione del sito.
Oltre ai racconti vincitori, la Giuria incaricata selezionerà i migliori elaborati da inserire in un’antologia post-Concorso. Ulteriori informazioni

Riguardo alla tradizionale serata di gala di premiazione, in programma a Borno (BS) venerdì 21 agosto 2020 presso l’Anfiteatro del Parco Rizzieri, al momento siamo costretti a restare “sospesi” in attesa delle disposizioni delle Autorità preposte unite al nostro buon senso. Se purtoppo non fosse possibile organizzare l’evento rassicuriamo che i vincitori riceveranno a domicilio i loro premi una volta proclamati dalla meritevole Giuria in quella data. Qualora la manifestazione dovesse aver luogo, ai partecipanti presenti all’evento verrà consegnato un testo in omaggio mentre a chi invece attende trepidante l’uscita del tradizionale libro, pubblicato con l’amichevole collaborazione del “Distretto Culturale di Valle Camonica” nell’ambito del Progetto “La biblioteca diffusa”, contenente i racconti vincitori e selezionati del Concorso Letterario 2019 intitolato “Un sacco di risate”, annunciamo che sempre il 21 agosto nel tardo pomeriggio verrà organizzato un Aperitivo Letterario ad hoc per lanciare l’antologia, salutare i partecipanti, conoscere i componenti della Giuria ed incontrare un Ospite Speciale. Nascerebbe così un nuovo appuntamento (il condizionale è di dovere) per valorizzare il lavoro di tanti scrittori, soci e collaboratori della “Gazza” in un unico contesto culturale di cui ora è prematuro parlarne. Con l’augurio di rivederci il prima possibile in un periodo più favorevole, prendo a prestito una famosa frase del famoso musicista, ex Beatles, John Lennon: “Tutto andrà bene alla fine. Se non va bene, allora non è la fine.”

La Gazza Borno BS

×